Mani grosse e piedi grossi nel monumento a Miani

Oggi ho guardato con attenzione il monumento a Giovanni Miani di Virgilio Milani ed ho scoperto manone e piedoni, in un piccolo e tozzo corpo e testolina. Più che un esploratore sembrerebbe un manovale.
Opera che precorre lo stile adottato nei fregi della Casa del Mutilato di Guerra?

Segnala Mario Andriotto: Così Gigi Fossati nel suo libro "La moglie del Prefetto" ricordava l'episodio:: Nel 1932, quando Rovigo innalzò un monumento a Miani nel giardino dell'allora Casa del Balilla, all’angolo fra i viali Marconi e Porta Adige, la statua venne scolpita frettolosamente, in quanto il federale non vedeva l’ora di farne l’inaugurazione fra le opere del regime. Per cui lo scultore, che era il compianto Virgilio Milani, sbozzò un Miani dalla testa troppo piccola rispetto al corpo e dalle mani esageratamente grandi.
manona monumento a Giovanni Miani, Rovigo piedone monumento a Giovanni Miani, Rovigo
0